Botox

Il Botox consiste nell’iniezione in specifici muscoli, situati subito al di sotto della cute, della tossina botulinica, un principio attivo farmacologico in grado di indebolirne la forza di contrazione. Questo effetto è sfruttato in medicina estetica per trattare l’iperattività di alcuni muscoli del volto e del collo causa delle rughe d’espressione, e per ridurre la secrezione del sudore da parte delle ghiandole sudoripare apocrine:

  • Rughe d’espressione: la piega centrale tra le due sopracciglia (r. glabellari), le pieghe orizzontali della fronte, le pieghe perioculari “zampe di gallina”, le rughe della radice del naso e ai lati di esso, le rughe perilabiali “codice a barre” sono efficacemente ridotte con questa metodica. La competenza del medico sulla quantità di prodotto da usarsi per ciascun muscolo e sui corretti siti d’iniezione permette di ottenere un effetto visibile sull’inestetismo senza diminuire la naturale e soggettiva espressività. Inoltre nei soggetti giovani con iperattività di questi muscoli il trattamento con tossina botulinica è in grado di prevenire efficacemente la comparsa delle vere e proprie fessurazioni (memoria della ruga).
  • Lifting del sopracciglio: La tossina botulinica agisce indebolendo la forza di contrazione dei muscoli responsabili dei movimenti verso il basso delle sopracciglia facilitando l’azione di quelli laterali che ne provocano l’innalzamento della parte centrale e della coda.
  • Lifting della punta del naso: la tossina agisce decontraendo il muscolo responsabile della trazione verso il basso della punta del naso, riuscendo a sollevarla, ripristinando il corretto angolo naso-labiale.
  • Sorriso gengivale: La tossina agisce sul muscolo responsabile dell’eccessivo sollevamento del labbro superiore causa dell’esposizione delle gengive durante il sorriso, eliminando tale difetto.
  • Bande platismatiche del collo: la tossina agisce decontraendo i muscoli del collo e del bordo mandibolare responsabili dell’eccessiva visibilità delle bande verticali.
  • Soft Botox: nuova tecnica di utilizzo della tossina botulinica per quanto riguarda diluizione, sedi e profondità d’iniezione che si propone di ottenere, in specifici casi, un effetto di ringiovanimento full-face ancora più naturale.
  • Iperidrosi: L’utilizzo della tossina in particolari aree come il cavo ascellare, il palmo della mano e la pianta del piede sedi di abbondante o abnorme sudorazione è in grado di trattare efficacemente questo disturbo.