Fili riassorbibili

La procedura dei fili riassorbibili consiste nel posizionamento nel sottocute di fili composti da materiali biocompatibili che permarranno in tale sede alcuni mesi fino a completo riassorbimento. Esistono due principali indicazioni all’utilizzo di questi dispositivi:

  • Soft lifting: i fili sono posizionati in modo tale da ottenere un sostegno antigravitario dei tessuti in aree interessate da cedimenti come il bordo mandibolare e il collo.
  • Lassità della cute del volto e del corpo: la presenza dei fili riassorbibili è in grado di indurre una reazione proliferativa dei tessuti in senso fibrotico (bioristrutturazione) che si traduce in una maggiore consistenza degli stessi con diminuzione delle pieghe cutanee, ad esempio alle braccia o all’addome.